Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

I materiali da costruzione moderni sono a basso costo e producibilità. Pertanto, vi è un’enorme differenza tra edifici costruiti 50-70 anni fa e nuovi edifici del tempo presente. La struttura multistrato di materiali moderni consente di ridurre al minimo il costo dell’isolamento aggiuntivo, tuttavia l’isolamento per le pareti della casa all’interno e all’esterno è ampiamente utilizzato nella costruzione di oggi.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Quale isolamento è migliore per un muro di mattoni: interno o facciata?

Opinioni di esperti su quale materiale è considerato il miglior isolante per le pareti della casa di mattoni o pannelli, divergono. Tuttavia, i professionisti sono d’accordo su quale lato è meglio riscaldare la stanza. La procedura di isolamento delle facciate è considerata più efficiente e di qualità superiore rispetto a quella interna. Ma ci sono un certo numero di casi che non consentono di eseguire lavori di facciata.

Di norma, i problemi con il congelamento delle camere interessano gli appartamenti in case a pannelli e mattoni costruiti più di 30 anni fa.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Se parliamo di isolamento delle facciate, i proprietari di tali alloggi devono affrontare alcune difficoltà:

  • costi elevati per i servizi di specialisti (l’isolamento esterno della casa a causa della sua complessità è difficile da fare con le proprie mani, quindi è necessario assumere specialisti per eseguire lavori a molti piani);
  • in caso di posizione scomoda dell’appartamento, è impossibile eseguire la procedura di isolamento esterno (tali elementi strutturali dell’edificio come una scala o un pozzo dell’ascensore creano seri ostacoli per il lavoro esterno);
  • restrizioni sull’aspetto architettonico dell’edificio (la maggior parte dei vecchi edifici sono decorati con materiali costosi, alcuni di essi si riferiscono a monumenti architettonici e monumenti storici e culturali, quindi le autorità cittadine hanno posto il veto a qualsiasi modifica della facciata di tali strutture).

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Fai attenzione! Negli ultimi dieci anni sono state apportate alcune modifiche al GOST e ai SNiP, quindi la possibilità di condurre l’isolamento frontale o interno di ogni singola casa dovrebbe essere considerata su base individuale.

Se per qualche motivo decidi di eseguire la procedura di isolamento dall’interno dell’edificio, dovresti analizzare in anticipo tutte le carenze di questo evento. Questo ti permetterà di evitare errori e scegliere il materiale appropriato.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Svantaggi del lavoro interno:

  1. L’installazione di isolamento per pareti interne riduce significativamente l’area utilizzabile. Una stanza con un’area di 20 m? Dopo il riscaldamento interno può perdere circa 0,5-2 m ?.
  2. Per il lavoro richiesto per allontanarsi dalle pareti o per rimuovere tutte le cose dai locali. Per tutto questo tempo, non sarai in grado di gestire la stanza.
  3. L’installazione di materiali per l’isolamento termico richiederà un lavoro supplementare: espansione del sistema di ventilazione, esecuzione di misure protettive per prevenire la formazione di condensa, che ha un effetto negativo sull’isolamento. In caso contrario, i materiali di isolamento termico perderanno rapidamente le loro proprietà benefiche.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Il rispetto di tutti i requisiti tecnologici aumenta il costo totale del lavoro e, in caso di violazione delle regole, c’è il rischio di fallimento.

Nella terminologia costruttiva, esiste una cosa come "punto di rugiada". È un indicatore responsabile della formazione di condensa all’interno delle mura di un edificio. Indipendentemente dalla densità di isolamento delle pareti, uno qualsiasi dei materiali causa la formazione di condensa. Di per sé, questo processo è naturale e viene attivato dall’effetto delle fluttuazioni di temperatura sull’umidità.

Fai attenzione! L’isolamento interno contribuisce in misura maggiore alla formazione di condensa non solo sulle pareti, ma anche al loro interno. Questo svantaggio è particolarmente rilevante per le case in legno, dal momento che il legno è altamente suscettibile all’effetto dannoso dell’umidità.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Secondo le leggi della fisica, la condensazione all’interno delle strutture avviene in un momento in cui la temperatura raggiunge i 10,7 ° C.

In un edificio con pareti di isolamento delle facciate riscaldare a causa della temperatura interna della stanza. All’esterno, la protezione dal freddo è assicurata da uno strato di materiale isolante. A causa delle proprietà uniche degli isolanti termici, che possono essere stimati dalla tabella di conducibilità termica degli isolatori di calore, la temperatura di questi materiali non è praticamente soggetta a modifiche. Pertanto, quando si verifica un punto di rugiada, il suo effetto sarà superficiale o addirittura in gesso, che si asciuga.

Con l’isolamento interno dall’esterno dell’edificio, nulla protegge le pareti dal freddo, pertanto il punto di rugiada si troverà all’interno della struttura. Ogni anno aumenterà la quantità di umidità e, a causa del costante congelamento e scongelamento dell’acqua, le strutture circostanti verranno distrutte.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Per determinare quale sia l’isolamento migliore per le pareti di una casa di legno o di un telaio, è necessario confrontare le caratteristiche di ciascuno dei materiali, vantaggi e svantaggi. Questo ti permetterà di creare un’immagine completa e fare la scelta giusta.

Fai attenzione! Isolamento utilizzato su tutti i piani di strutture. Solo in questo modo puoi eliminare la perdita di calore e creare un clima ottimale per vivere nelle stanze. L’isolamento si adatta anche a pareti esterne, solai e solai.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

La formula per calcolare lo spessore dell’isolamento per pareti si basa sul livello di conduttività termica delle strutture che sono già state installate e sulle caratteristiche della zona climatica. Un ingegnere progettista con un profilo appropriato o un tecnico del calore con elevate qualifiche può eseguire manipolazioni progettuali.

Lo specialista avrà bisogno di diversi parametri per eseguire i calcoli:

  1. Lo spessore delle pareti nella stanza.
  2. Il materiale da cui provengono le pareti dell’edificio.
  3. Il tipo di materiale di isolamento termico che hai scelto per i lavori di isolamento.
  4. L’indicatore di temperatura più basso osservato nella stanza in presenza di riscaldamento.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Il professionista avrà bisogno di circa 20-30 minuti per completare i calcoli. di tempo. È impossibile determinare visivamente lo spessore richiesto del materiale isolante, poiché esiste un’alta probabilità di errore.

Per calcolare lo spessore, sarà necessario calcolare la resistenza al trasferimento di calore (R):

D / L = R, dove

L è il coefficiente di conducibilità termica del materiale,

D è lo spessore della parete.

Lo spessore dell’isolante è determinato dalla formula inversa:

LxR = D.

Il punto chiave nella scelta del materiale per l’isolamento termico sono i parametri fisici delle pareti, ovvero la permeabilità al vapore e la conduttività termica. Si consiglia di prendere lo spessore del materiale con un piccolo margine.

Tabella per il calcolo dello spessore dell’isolamento per pareti:

 Tipo di isolamento  Densità (kg / m?)   Temperatura per i calcoli
 -25? C  -35? C
Perlite, lana di vetro, lana minerale 200 10 cm 15 cm
Argilla espansa 500 20 cm 30 cm
scoria 1000 30 cm 40 cm

 

Quando si scelgono i materiali in primo luogo dovrebbe essere basato sulle proprietà e le caratteristiche dell’isolamento.

Le caratteristiche più importanti per determinare quale isolamento è migliore per le pareti di una casa di legno all’interno sono:

  • conducibilità termica – l’indicatore più importante per la scelta dei materiali isolanti. Il minor isolamento è in grado di mantenere il calore nella stanza, maggiore è la necessità di installare un materiale di riscaldamento. Questo indicatore dipende direttamente dal livello di igroscopicità;
  • la densità è un altro indicatore che influenza il livello di conduttività termica. Determina in gran parte le caratteristiche delle superfici con diversi tipi di posizionamento. Maggiore è la densità, maggiore è il livello di conduttività termica;
  • igroscopicità: i materiali con un indice basso sono caratterizzati da scarse proprietà di assorbimento che riducono il livello di conduttività termica. La durata dell’isolamento e la scelta del materiale stesso per queste opere dipendono dall’igroscopicità.

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Buon consiglio! Si consiglia l’isolamento delle pareti nella stagione calda. Le pareti dovrebbero essere ben asciugate.

Oltre alle proprietà fisiche dell’isolamento hanno anche caratteristiche meccaniche. All’interno di questa funzione, si distinguono 4 classi di materiali:

  1. Lana di cotone – un riscaldatore di tipo laminato e altri prodotti che sono fatti con il suo uso.
  2. Sostanza in polvere granulare o materiali in forma di briciole, con frazioni di dimensioni diverse.
  3. I blocchi di schiuma – vetro, calcestruzzo espanso e altri materiali con proprietà adeguate vengono utilizzati come materie prime per la produzione.
  4. Piatti – prodotti sotto forma di lastre, ottenuti per pressatura e incollaggio (possono avere parametri dimensionali diversi).

Isolamento per le pareti della casa al chiuso e soprattutto la scelta dei materiali

Nonostante l’ampia gamma di materiali per l’isolamento delle pareti, presentata sul mercato delle costruzioni, non esiste isolamento che possa offrire caratteristiche e proprietà universali.

Buon consiglio! Se stai pensando a come isolare le pareti di un appartamento d’angolo dall’interno, o le stanze di una casa di legno, in ogni caso la scelta del materiale sarà diversa. Vale la pena soffermarsi sulle caratteristiche più importanti.

Tabella comparativa delle proprietà dei materiali:

Classe materiale  Il nome del materiale  Strato minimo, cm Densità (kg / m?)  capacità di assorbimento  Conducibilità termica
    massa  scoria  30  1000  B  la
 Argilla espansa  20  500  D  B
 Steklopor  10  15-120  la  D
 Vermiculite, perlite  10  40-100  la  D
 Fibra di basalto  15  130  B  D
   tondo  Lana di vetro  10-15  75-175  B  D
 lana di roccia  10-15  35-125  B  D
 Stuoie piercing  10-15  75-150  B  D
 Plastiform  2  50-60  D  D
 Isover, Ursa  10-15  35-125  B  D
 penofol  5  60-70  il  D
 polistirene espanso  10  30-40  il  D
 Schiuma di poliuretano  10  30-60  il  D
  Plitno fogli  Schiuma di plastica  10  35-50  il  D
 Mipora  10  25-40  il  D
Minvat + lana di vetro 10-15 75-250 B D
Fibra legnosa 1,5-3 250 la B
Blocchi di schiuma argilla espansa calcestruzzo leggero 40 1000 il la
Calcestruzzo espanso 25 600 B B
Calcestruzzo aerato 20-40 400-800 B B
Cemento cellulare 20-40 400-800 B B
Blocchi di silicato di gas 20-40 400-800 B B

 

I parametri di igroscopicità e conducibilità termica:

  • A – molto alto;
  • B – alto;
  • B – medio;
  • G – basso;
  • D – molto basso.

Per fare la giusta scelta di isolamento sufficientemente bene da studiare tutti i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno dei materiali e, confrontandoli con le vostre possibilità di budget, così come le condizioni operative della stanza, è possibile scegliere i prodotti giusti.

Like this post? Please share to your friends: