Corretto isolamento del balcone

L’isolamento del balcone consiste nel fissare tutti gli strati del terrazzo con materiali adeguati in modo che su di esso non si formino funghi, muffe o grosse crepe. L’impermeabilizzazione del balcone può essere eseguita in due modi: superficie e drenaggio.

Isolamento del balcone: cosa devi sapere?

L’isolamento del balcone è una protezione affidabile della struttura dagli effetti distruttivi delle condizioni meteorologiche avverse. Tale lavoro è più facile da eseguire durante la costruzione di un nuovo edificio. I costruttori possono utilizzare connettori per balconi per l’isolamento termico in combinazione con i raccordi. Negli edifici vecchi o condominiali, l’isolamento è più laborioso. Spesso in questi casi è fatto male, a causa del quale, dopo un po ‘, sul balcone appare muffa, muschio, piastrelle che si incrinano, si formano funghi nelle stanze.

L’isolamento del balcone eseguito correttamente dall’interno e dall’esterno è, da un lato, isolamento termico e, dall’altro, la creazione di un’impermeabilizzazione affidabile. Il balcone deve essere ben protetto da condizioni meteorologiche avverse come vento (isolamento termico), pioggia (impermeabilizzazione), temperature gelide.

Isolamento del balcone fai-da-te: vantaggi

L’isolamento termico protegge sia da temperature troppo basse, in particolare dal gelo, sia da alte. Ogni balcone soffre di gelo e neve e in estate del sole cocente. Pertanto, è importante prendersi cura dei materiali isolanti appropriati che lo proteggano dai danni anche in fase di costruzione. I costruttori esperti raccomandano di concentrarsi su soluzioni comprovate e materiali di qualità. L’isolamento deve essere eseguito sia lungo il piano inferiore che superiore. Per garantire la resistenza al calore, è importante prendersi cura di una finitura isolante di alta qualità, che eviterà perdite d’acqua. Una soluzione efficace è collegare la lastra del balcone al soffitto utilizzando un connettore termico. Esistono oggi un gran numero di tali supporti sul mercato..

L’impermeabilizzazione avviene in due modi:

  • Superficie.
  • Drenaggio.

Il metodo della superficie presuppone che lo strato esterno della struttura sarà a tenuta d’aria, oltre che resistente a tutti i fattori naturali negativi che possono danneggiarlo. In questo caso l’acqua piovana defluirà dalla superficie. Con il metodo di drenaggio, viene posato uno strato di drenaggio che rimuove l’acqua dal balcone.

Isolamento graduale del balcone

L’isolamento inizia con uno strato inclinato, che facilita il drenaggio della pioggia inclinandosi verso l’esterno della struttura. Questa pendenza dovrebbe essere compresa tra l’1% e il 2%. Rimuovere prima il vecchio massetto e i materiali di finitura. È importante pulire e livellare a fondo la lastra di cemento. In caso di irregolarità, il livellamento viene eseguito con malta cementizia. L’uso di una livella a bolla semplifica la determinazione della valutazione corretta. Durante l’isolamento, il materiale viene applicato in due strati.

Isolamento del balcone dall’interno con piastrelle in ceramica

L’isolamento termico dell’interno del balcone con piastrelle di ceramica, che ha un design unico e non si screpola, è una soluzione efficace. Per la lavorazione dei giunti è necessario utilizzare anche materiali resistenti al gelo. Questa è una soluzione ideale e conveniente per utilizzare l’isolamento minerale sul balcone. Esistono soluzioni composte da due componenti: cemento e acqua. Le malte minerali si distinguono per buone proprietà impermeabilizzanti e adesione alle piastrelle di ceramica. Sono flessibili e resistenti alle temperature estreme. Mantengono la loro flessibilità anche a basse temperature in inverno. La soluzione è adatta a situazioni in cui l’appaltatore non ha abbastanza tempo ed è importante completare la finitura il più rapidamente possibile..

La malta viene applicata con rullo, pennello o spatola metallica. L’applicazione viene eseguita in due strati, perpendicolari tra loro. Lasciare il solco per circa 4 ore tra l’applicazione della prima e della seconda mano. Idealmente, lo spessore del rivestimento dovrebbe essere di almeno 2 mm. Le piastrelle possono essere posate dopo circa 12 ore dall’applicazione della boiacca. Nell’angolo del balcone, tra la lastra e il muro, aggiungi un nastro sigillante. L’angolo del battiscopa deve essere inoltre sigillato con un adesivo adatto che resista allo stress.

Like this post? Please share to your friends: